ALZHEIMER: testimonianza Nicoletta Bocca

“L’osservazione interessante – e che a mio parere varrebbe la pena approfondire con un studio più dettagliato – è che i video hanno introdotto uno stimolo cognitivo e attentivo importante dopo un momento di rilassamento, pur mantenendo all'interno della seduta calma e tranquillità”.

“L’osservazione interessante – e che a mio parere varrebbe la pena approfondire con un studio più dettagliato – è che i video hanno introdotto uno stimolo cognitivo e attentivo importante dopo un momento di rilassamento, pur mantenendo all’interno della seduta calma e tranquillità”.

“Ho utilizzato i video natura con persone affette da demenza ricoverate presso il Nucleo Alzheimer.

Le sei persone con cui ho lavorato hanno una demenza grave, dalla somministrazione dell’ Npi si evidenziano vagabondaggio, deliri e, in un caso, aggressività.

I video sono stati utilizzati all’interno della Stanza Bianca durante sedute di stimolazione sensoriale. Le sedute sono individuali per quattro persone, mentre due persone partecipano insieme per loro scelta. Nei casi presi in esame le sedute sono state organizzate con valenza rilassante: luci soffuse, profumo di lavanda, musica rilassante, in 4 casi massaggi alle mani e al volto.

I video utilizzati sono : Flowers, Green River, Autumn Colors, Sea & Wind, Sea & Land, White Wood.

Sono stati proposti dopo un momento di rilassamento con la sola strumentazione della stanza Bianca. Le 4 signore hanno scelto liberamente, guardando la copertina, il dvd Flowers e le nevicate, un signore ha scelto Sea & Wind, un altro Sea & Land e Green River.

Le due signore che partecipano alle sedute stando coricate e alternando momenti di veglia e sopore hanno continuato a mantenere la posizione di relax ma hanno a lungo commentato il video flowers, nominando correttamente i fiori, prestando attenzione agli insetti presenti e cogliendo la ripetitività dell’immagine. Cognitività, attenzione e memoria vengono attivate, oltre a numerosi segnali di benessere quali il sorriso, il tono della voce sorpreso e allegro e la mimica. Inoltre è stato fatto notare il profumo di lavanda che era presente nella stanza.

Le due signore che partecipano alle sedute stando coricate e alternando momenti di veglia e sopore hanno continuato a mantenere la posizione di relax ma hanno a lungo commentato il video flowers, nominando correttamente i fiori, prestando attenzione agli insetti presenti e cogliendo la ripetitività dell’immagine.

Cognitività, attenzione e memoria vengono attivate, oltre a numerosi segnali di benessere quali il sorriso, il tono della voce sorpreso e allegro e la mimica.
Inoltre è stato fatto notare il profumo di lavanda che era presente nella stanza.

La nevicata ha stimolato ricordi legati all’infanzia anche di tipo gustativo (la neve con zucchero e vino). In due signore è stato interessante notare che la nevicata ha stimolato un piacevole senso di attesa (“ vediamo se sbuca qualche bestiolina “).

I signori che hanno utilizzato il video del mare oltre a raccontare viaggi e momenti di pesca hanno entrambi, nonostante una certa rigidità diffusa, assecondato con il corpo da seduti il movimento delle onde avanti e indietro. Ho voluto enfatizzare questo fenomeno facendo io stessa lo stesso movimento e facendolo loro notare. Ne è risultato un breve momento di gioco motorio riproposto anche visualizzando i piedi nelle onde e muovendoli come se si stesse nuotando. Ritengo interessante approfondire questa parte legata allo stimolo del movimento e ai video di natura (ad esempio: chiome scosse dal vento per muovere in alto le braccia.)

Ad un signore che era stato trasferito al nucleo da un altro reparto, perché aggressivo verbalmente e fisicamente, ho pensato di proporre da subito il video del mare in quanto – di origini siciliane – raccontava spesso del bellissimo mare della Sicilia. Il video è stato proiettato nel televisore del soggiorno e visto anche da altre persone. Il signore ha intrattenuto gli altri ospiti guardando il mare e raccontando vicende marinaresche. In precedenza aveva deliri di possesso che sfociavano in aggressività, mentre davanti al mare ha raccontato storie che narravano il suo possedere navi, flotte e servizi di traghetti vari. Ritengo significativo questo spostamento di interessi grazie alla visione dei video che gli hanno permesso di integrarsi con le altre persone a cui raccontava le storie di mare.

 

 

Proietto i video in reparto, le sequenze lunghe, ad ore fisse, mattino e sera. Lasciamo semplicemente le poltrone davanti al televisore. Le persone spontaneamente si siedono, riducendo così il vagabondaggio, parlano tra di loro, a volte dormono. Mi piace molto offrire loro uno strumento che possono utilizzare come desiderano, alzarsi, tornare e tessere relazioni senza intervento di altri, tutto molto naturalmente. “

Dott.sa Nicoletta Bocca, fisiomotricista presso l’Opera Pia Cerino Zegna, Biella

Post Correlati